Saverio Mazzoni

Saverio Mazzoni

Saverio Mazzoni

Saverio Mazzoni

Nato a Bologna nel 1959, ha frequentato l’Accademia ’96 – Teatro dei Dispersi, dove, con insegnanti come l’attrice Marina Pitta e lo scrittore e regista Gianfranco Rimondi, ha studiato dizione, recitazione, lettura espressiva, speakeraggio e doppiaggio, che ha in seguito approfondito anche con il doppiatore Tony Fuochi e con il direttore di doppiaggio Stefano Cutaia.

Dopo parecchie esperienze teatrali ha preso coscienza che la sua vera passione è usare la voce per comunicare Emozioni e non solo Concetti, si è quindi sempre più dedicato alla Lettura ad Alta Voce approfondendo e studiando anche la tecnica dello scrivere, per “leggere tra le righe, e scoprire ciò che è rimasto nascosto e intrappolato nella penna dello scrittore…”

Dal 2000 in poi si è dedicato proprio a questo, lavorando per i Comuni di Bologna, Anzola Emilia, San Giorgio di Piano, Cento, Monte San Pietro, Granarolo, Crevalcore, Pianoro, Imola e Ferrara, oltre che per tanti privati, aziende e banche; mettendo in scena spettacoli di lettura espressiva nelle Biblioteche, all’Università, in parecchi locali pubblici, osterie, ristoranti, teatri, oratori, gallerie d’arte, piazze e presso numerose librerie.

Nel frattempo si sono aggiunte esperienze in sala di registrazione, come documentari, radiodrammi, speakeraggi, spot radiofonici e televisivi, filmati istituzionali, doppiaggi e videogames. Sua è la voce fuoricampo in buona parte dei documentari televisivi “A Est … di Dove?” e “Gli Stati del Welfare” di Cesare Bastelli e Pupi Avati; oltre che in alcuni documentari di Geo & Geo. È inoltre il protagonista dello spot di Gorgonzola IGOR trasmesso sulle reti RAI nel 2016-2017.

Nell’estate del 2003, ha recitato insieme a Margaret Collina il ruolo del padrone di casa nel “Radiosalotto Manzoniano”, rassegna estiva organizzata da Roberto Ravaioli in collaborazione con RAI Teche, che si è svolta nel Cortile del Museo Medioevale a Bologna ed ha coinvolto oltre 2.000 spettatori nell’ambito di oltre 20 serate.

Nel 2005 ideò la Rassegna “Assaggi di Scrittore”, una formula che ha realizzato più volte. Si tratta di incontri dibattito con gli autori ed i loro testi, al di fuori delle classiche librerie: nelle osterie, nei giardinetti o in piccoli spazi teatrali adattati per l’occasione a luoghi d’incontro informali come un’osteria.

Nel 2006 ha recitato poesie e testi di Federico Garçia Lorca, presso la Real Academia de España en Roma.

Nel 2008 e 2009 ha recitato con Silvana Strocchi nella “Canzone del Paradiso” di Giovanni Pascoli; nel giugno 2009 ha interpretato pagine da “La Lunga Attesa dell’Angelo” nell’incontro con l’autrice Melania Mazzucco. Nell’agosto 2009 ha dato voce a Galileo Galilei in occasione di Conferenze per l’Anno Galileiano. Ha inoltre collaborato a conferenze del Prof. Marco Dallari e ha dato voce ai testi della fotografa Regina Hensel insieme alla musicista Giovanna Giovannini.

Nel 2010 ha iniziato la collaborazione con Emanuele M. Landi, mettendo in scena alla Sala Candilejas “21 aprile 1945: a Bologna sboccia il fiore della libertà” un primo spettacolo multimediale a quattro mani, a cui sono seguiti, nel 2011: “Io, non ho perso la Memoria!” e “25 aprile 1945: sboccia il fiore della libertà” con cui hanno inaugurato il Nuovo Teatro Montanari a Bologna. Nel 2010 ha inoltre partecipato a Vicenza Jazz come voce recitante nel Quartetto Futurista con Nicola Babini, Giulio Giurato e Maria Claudia Bergantin e ha rappresentato “Poesie: da Garçia Lorca a Pascoli, passando per Leopardi”.

Da dicembre 2010, con Giulio Giurato e Laura Aguzzoni, ha portato in scena in parecchie località italiane “Maria Judina, la pianista che commosse Stalin” adattamento teatrale e regia di Roberto Ravaioli.

Nel maggio 2011 ha recitato con Paola Gassman all’Oratorio di San Filippo Neri nello Spettacolo-Concerto “1911, Bologna al tempo di Marco Enrico Bossi”.

Sua è la voce narrante nel film documentario “Il fascino di San Girolamo della Certosa di Bologna”  per la regia di Ginetto Campanini, DVD che è stato distribuito con il Resto del Carlino a gennaio 2012.

Nel 2013 ha dato la voce ad un paio di documentari e di spot pubblicitari usciti sulle televisioni nazionali. Sempre con il Quartetto Futurista ha inoltre recitato al MART di Rovereto. In giugno, a Roma, al XXXVI Congresso Nazionale LICE (Lega Italiana contro l’Epilessia) ha interpretato alcuni racconti scelti da “A volte non abito qui”  e ha dato la voce allo spot televisivo. Per la rassegna “Capolinea VentisetteAteatro” promossa da Arci Brecht, ha messo in scena “Assaggio di Gianluca Morozzi” e “il Grande Botto” scritto e diretto da Giulio Colli, reading a tre voci che racconta la Bologna del 2 agosto 1980.

Il 18 ottobre 2013 ha presentato in Sala Borsa a Bologna lo spettacolo sul tema dei cambiamenti climatici “La margherita di Adele” scritto da Marco Vignudelli con il contributo dei climatologi Sergio Castellari e Carlo Cacciamani, di cui ha curato anche la regia.

Nel 2014 ha portato in scena questo spettacolo ad Ancona, Ferrara, Mirandola, Vicenza, Pontelagoscuro e al Teatro del Lampadiere di Bologna, ricevendo riconoscimenti e risonanza anche sui media (fra gli altri: RAI TG3 e L’Espresso del 21 agosto 2013).

In collaborazione con Emanuele M. Landi ed alcuni suoi allievi, ha preso parte allo spettacolo “Voci dall’abisso” liberamente ispirato a “Il popolo degli abissi” di Jack London. Sempre nel 2014 ha iniziato la collaborazione con Maurizio Garuti, che ha accompagnato in alcune presentazioni del romanzo “Via Barberie 4”.

Nel 2015 “La margherita di Adele” è diventato anche un reading per i ragazzi delle scuole partendo dal Liceo Galvani, proseguendo nell’Aula Magna della facoltà di Fisica sempre a Bologna, fino a Casola Valsenio (RA). Ha interpretato varie volte a Bologna e provincia il testo/spettacolo di Maurizio Garuti “Due giorni e una notte nella Grande Guerra” del quale sono già in programma altre date. Con il pianista Giulio Giurato ha interpretato testi di Ungaretti e Lussu in “Attaccato alla Vita: frammenti della Grande Guerra” adattamento e regia di Roberto Ravaioli, sostituendo in alcune date l’attore Ugo Pagliai.

Il 16 ottobre ha recitato al Teatro Comunale di San Giovanni in Persiceto nel nuovo spettacolo di Maurizio Garuti “L’amore al tempo dell’Ecstasy”. Il 25 novembre ha debuttato a San Giorgio di Piano con il reading “Rose al Veleno” in occasione della Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, di cui ha curato selezione dei testi e regia. In dicembre ha riportato in scena “il Grande Botto” scritto e diretto da Giulio Colli.

Nel 2016 ha presentato nuovamente “La Margherita di Adele” nelle Torri dell’Acqua di Budrio, dove ha anche presentato il libro autobiografico “Tutto in un Istante” scritto dall’astronauta Maurizio Cheli. Il 25 aprile in Piazza Gramsci ad Imola ha recitato nello spettacolo “La Guerra non è solo in Trincea” scritto e diretto da Giulio Colli.

Da novembre 2016 è iniziata la messa in onda sulle reti RAI dello spot di Gorgonzola Igor di cui è protagonista.

Ha inoltre presentando nelle biblioteche della provincia di Bologna il romanzo di Maurizio Garuti “Il Nemico Dentro” e “Nonostante Tutto” di Aldo Bacchiocchi. Ha recitato testi di Calamandrei, Ferlinghetti e Rostand insieme ad Emanuele M. Landi e ai gruppi musicali “La Voce del Bardo” e “I Mulini a Vento” al Teatro degli Angeli, a Bologna.

Dal 21 gennaio 2017 sta portando in scena insieme all’autore, il testo di Emanuele M. Landi “Carmelo dice che non ami il teatro. Conversazione con Pier Paolo Pasolini” di cui stanno proseguendo le repliche a Bologna e Provincia. In occasione del Giorno della Memoria ha recitato pagine toccanti nella Sala Consiliare di San Giorgio di Piano. Ha inoltre intrepretato il ruolo del Docente Universitario protagonista del nuovo spot di Emilbanca.

E’ proseguita la collaborazione con lo scrittore Maurizio Garuti per le presentazioni del suo libro “La voce dell’Acqua” e anche la collaborazione con la casa editrice La Minerva, che lo ha portato a presentare libri di svariati autori tra cui il Premio “Scintille di Minerva” nell’evento che si è svolto in ottobre presso la Cappella Farnese nel Palazzo D’Accursio a Bologna. Nello stesso luogo, a Dicembre, ha presentato “Wolfango – Oltre i Colori” biografia del grande artista bolognese.

Nel 2018 ha recitato in “TUNGUSKA – La Storia Cammina sul Tavolo” di Vadim Zakharov, evento speciale promosso da Art City nella Ex GAM di Bologna. Ha recitato nel teatro di San Leo alcune favole della collana “Molliche di Minerva” e insieme al Prof. Eugenio Riccomini, ha presentato il libro “Quando parla la Gioconda” di Alessandro Castellari, presso la  Libreria Ambasciatori di Bologna. Sta continuando la collaborazione con Emanuele M. Landi con il quale proseguono le repliche di “Carmelo dice che non ami il teatro. Conversazione con Pier Paolo Pasolini”.

In questi anni ha messo in scena parecchie volte spettacoli teatrali di Impegno Civile dei quali ha curato anche sceneggiatura, videoproiezioni e regia, quali: “Sessant’anni di Sana e Robusta Costituzione”; “22 aprile 1945 a San Giorgio di Piano”; “Che Fine ha Fatto il Paradiso Terrestre?”; “Lettere di Condannati a Morte della Resistenza”; “Parole e Note in Libertà”; “Acquedotto e Ricostruzione”; “1915-1918: Crevalcore al Fronte”; “21 aprile 1945: a Bologna sboccia il fiore della libertà”; “Io, non ho perso la memoria”; “Ambiente: scegliamo il nostro futuro!”; “La margherita di Adele”; “Rose al Veleno”.

Negli ultimi anni sono apparsi varie volte i video registrati di alcune sue letture su Tele Reggio, éTV e altre Tv locali o apparizioni su RaiNews.

E’ inoltre possibile trovare diversi frammenti su youtube recitati da Saverio Mazzoni.

Sono inoltre acquistabili su iTunes e altri siti on line, diversi audiolibri sulla Storia di Roma incisi per Area 51 Publibishing.

Mettendo a frutto la propria esperienza di palcoscenico, ha affiancato in questi vent’anni, con sempre più frequenza, al lavoro di attore quello di presentatore di eventi e serate.